INTERNET: IoT (Internet of Things)

    Stampa Email
iot 800x500 cL'IoT, termine che indica l'Internet of Things (cioè Internet delle cose), è l’evoluzione del classico concetto di Rete, e consiste nell'estensione del Web all'ambiente fisico e agli oggetti che lo occupano. Il concetto, introdotto nel 1999, è divenuto sempre più importante per via delle sue enormi potenzialità: monitorando e gestendo elettronicamente il mondo reale attraverso "cose" connesse (che diventano intelligenti anche grazie al fatto di poter comunicare dati su se stesse e accedere a informazioni prodotte da altri oggetti), l'IoT introduce infinite nuove possibilità di raccolta, gestione e utilizzo di dati.

E, nel corso degli ultimi anni, magari senza accorgercene, tutti siamo ormai diventati utenti dell'IoT: dell'Internet of Things fanno infatti parte, ad esempio, gli oggetti domotici come webcam di sorveglianza o elettrodomestici connessi, ma anche dispositivi indossabili come i fitness tracker; alcuni dispositivi medici avanzati ma anche i più moderni distributori automatici di cibo e bevande. Insomma, le applicazioni dell'IoT sono virtualmente infinite, tanto che secondo le stime di Gartner (agenzia di consulenza strategica nel campo dell'Information Technology) nel 2020 saranno ben 26 miliardi gli oggetti connessi a livello globale. Un'altra agenzia, ABI Research, ritiene che saranno addirittura oltre 30 miliardi, e altri istituti giungono a parlare perfino di 100 miliardi.

Al di là dei numeri, quel che è certo è che l'Internet of Things sta cambiando radicalmente il nostro modo di vivere: a partire dalle piccole cose fino ad arrivare a decisioni strategiche con un impatto globale, spesso sono gli oggetti connessi a "consigliarci" e a guidarci nel prendere decisioni o affrontare problemi. O, semplicemente, ci aiutano nelle attività quotidiane, facendoci risparmiare tempo ed energia.