WIRELESS: È boom della banda larga con il Wireless

    Stampa Email

wireless broadbandCrescono gli utenti, i fatturati e le velocità dei servizi fisso wireless per l'accesso internet a banda ultra larga. Queste offerte, per navigare da casa (fino a 30 e 100 Megabit), stanno conoscendo una nuova primavera, attraverso i piani di operatori alternativi ai big del settore.

Alternativa si può considerare anche questa tecnologia, che oggi si presenta al fianco della fibra ottica come la soluzione più evoluta per l'internet da casa. L'Adsl, ferma a 20 Megabit teorici (in realtà massimo 14 Megabit), in questo quadro appare ormai come il passato. A confermare il nuovo successo del fixed wireless sono i rapporti dell'Agcom (Autorità garante delle comunicazioni), con i dati di mercato dell'ultimo triennio. Ma anche i bilanci e i piani degli operatori, rivelano un quadro di forte (e fino a poco tempo fa sorprendente) espansione per il fisso-wireless.

Tecnologia che si chiama così - chiariamo subito - perché anche se funziona su onde radio e con antenne, si usa come le connessioni domestiche normali (Adsl e fibra ottica). L'accesso a internet si ottiene attraverso uno speciale modem Wi-Fi che permette la navigazione con computer, tablet, smartphone o qualsiasi apparecchio (IoT - Internet of Things) in grado di comunicare con WiFi o cavo ethernet. 

La copertura è il punto di forza di questi servizi. Ciascun operatore nella sua zona arriva a coprire con servizi in banda ultralarga il 70-80 per cento di popolazione,"Ma se consideriamo la somma delle reti di tutti gli operatori, si supera tranquillamente il 90 per cento della popolazione presente", (dati calcolati dall'asociazione Assoprovvider che raccoglie circa 200 di questi operatori).

Il punto insomma è che per una parte consistente degli italiani la scelta che potrebbe apparire di secondo piano, si rileva di gran lunga più efficace di quelle proposte finora. Il confronto con la fibra ottica o il suo surrogato (FTTC) che altro non è che un cavo di rame un po più performante (non sempre), quindi non è così impari ma anzi per molti versi è del tutto paragonabile.

Alla luce di quanto ormai è evidente a tutti, "la fibra in ogni casa è e sarà sempre di più un'utopia", vuoi per ragione degli enormi costi di cablaggio, vuoi per le ragioni geomorfologiche del territorio o archietettoniche (centri storici), pensare ad una politica di erogazione dei servizi telematici con sistemi integrati fibra, rame e wireless può essere una grande opportunità di risparmio e di efficacia.